Stampa
13
Gen
2011

STOCCAFISSO, TRALLALLERO E SOLIDARIETA': IL LAGACCIO IN FESTA

Pin It

La Fratellanza Artigiana Genovese organizza per il 20 gennaio l'ennesima cena  sociale di autofinanziamento e cento persone del quartiere si riuniranno nei  suoi locali.
 Il tentativo è quello di coinvolgere il quartiere  in iniziative che concilino socialità crapulosa e impegno sociale; nella  serata  infatti si esibirà il Gruppo Spontaneo Trallallero genovese e si gusterà  stoccafisso accomodato ed gli incassi saranno devoluti in migliorie per la  stessa fratellanza. Il Lagaccio è un quartiere che si è plasmato nel corso  dei  decenni con l'immigrazione meridionale, soprattutto calabrese, e
successivamente ridefinendosi con l'immigrazione transnazionale. Un quartiere  a  vocazione popolare che ha arricchito la genovesità nel suo essere una porta sul mondo. Vero è anche che il Lagaccio è una zona di Genova dove mancano gli spazi verdi, le aree di occasione di  incontro e dove spesso è la televisione che
assolve  in ambito privato ai bisogni di socialità...Per questo la Fratellanza è un capitale a cui i soci e il quartiere tengono in particolar modo, nella Società Operaia di Mutuo Soccorso esiste  ancora la possibilità di incontrasi  per  progettare un quartiere migliore.Vi è anche un giardino  a mezza luna  fra   i palazzi in cui è sita la fratellanza e quelli  posti sotto via Napoli, che è  stato al centro di polemiche che hanno opposto gruppi di migranti che  animavano lo spazio con delle feste e i residenti nelle aree prospicienti. Questo
giadino  è di prossima riapertura e i soci della Fratellanza  sono  convinti che uno  spazio pubblico torna ad essere sicuro ed alla portata di tutti solo se viene  vissuto dalla gente del quartiere; la socialità è la vera forma di controllo  ed  è con la socialità che in Fratellanza si immagina un suo uso, con  rappresentazioni teatrali, musicali esportive...

 

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di Genovapress

Inserisci il tuo indirizzo email

Ti manderemo una email
per confermare l'iscrizione