Stampa
04
Ott
2018

La scelta del momento giusto per vendere gli oggetti in oro

Pin It

L'oro è stato il primo metallo ad essere utilizzato dall'uomo, anche prima del rame. La sua unità di misura, che serve a definire la purezza del metallo, è il carato. Gli oggetti che generalmente vediamo dietro le vetrine delle gioiellerie sono di 18 carati, il che vuol dire che l'oro è presente solo per il 75%, mentre il restante 25% è dato da un altro metallo che può essere l'argento, lo zinco, il platino o altro. La valutazione, in termini di quotazione di mercato che caratterizza questo prezioso, varia in base a numerosi fattori, senza dubbio uno di questi è la Borsa di Londra.

 

Vendere oro usato: cosa fare e come comportarsi

Quando si decide di vendere alcuni oggetti di oro presso un negozio di compro oro è necessario effettuare innanzitutto una classificazione in base alla purezza del metallo. In sostanza, occorre dividere i vari bracciali, orecchini, catenine e spille tenendo in considerazione il numero di carati. Una volta che la catalogazione è stata messa a punto sarà possibile effettuare l'operazione di pesatura. In pratica, occorre conoscere il peso di ogni gruppo di oggetti.

Purtroppo, per compiere questo lavoro è necessario essere muniti di una bilancia di precisione come quella che normalmente viene utilizzata per pesare i tartufi. In sostanza, la bilancia da usare per questo genere di azioni deve essere in grado di misurare i decimi di grammo, se non addirittura i centesimi. Una volta conosciuto il peso, in base alla caratura, è possibile controllare la quotazione del metallo. A tale proposito è opportuno specificare che il valore di mercato dell'oro varia proprio in base alla sua unità di misura. Perciò, per conoscere il prezzo esatto, in un preciso momento, è necessario prendere come riferimento la quotazione giusta in base ai carati. Il valore economico dell'oro preso in esame sarà uguale al suo peso moltiplicato per la quota di mercato di riferimento. Nella maggior parte dei casi, il valore cambia di giorno in giorno.

Oro usato: quando venderlo?

Quando si decide di vendere uno o più oggetti di diversa caratura ad un compro oro, è necessario tenere a mente che la sua valutazione sarà leggermente inferiore a quella del mercato, infatti la differenza tra il valore effettivo e quello applicato nel negozio è la commissione o, se vogliamo, il guadagno. I negozi che acquistano oro usato non impongono la stessa commissione sul valore del metallo. In sostanza, ogni compro oro fissa il suo guadagno. Per questo, prima di concludere l'affare è opportuno rivolgersi ad almeno tre differenti negozi, per valutare quale sia il prezzo più conveniente.

Per capire qual è il momento migliore per vendere l'oro, è necessario controllare l'andamento delle quotazioni dell'ultimo mese. Se il valore è alto rispetto alla media, allora è un buon momento per vendere. Se, invece, il valore del metallo prezioso è basso si consiglia di aspettare tempi migliori per concludere un buon affare. Tuttavia, se la quantità di oro da vendere è relativamente poca (10-20 gr) allora non ha senso aspettare, perché in tal caso l'oscillazione del prezzo è quasi irrilevante.