Stampa
29
Mag
2012

Calcioscommesse

Pin It

alt Si pensava fosse una consuetudine di pochi, invece il caso si è allargato a macchia d'olio e ora sta minando le fondamenta del calcio italiano. Tutto inizio un anno fa perché Paoloni portiere della Cremonese fu

accusato e arrestato per aver somminstrato dei calmanti ai compagni di squadra per "alleggerire" le loro prestazioni nel corso di una gara particolarmente importante. Roba da “miseria e nobilità”. Poi, la svolta, che ha fatto percepire ai tifosi e capire agli organi di Polizia che il putrido nel calcio era ben pianificato, progettato e strutturato e che, soprattutto, aveva molto più attecchito di quanto ci si potesse aspettare (e sperare), con gli arresti di Beppe Signori e Cristiano Doni . Al principio fu il solito rituale per tutti gli indagati : Prima negano senza se e senza ma, dopo rimangiano e in parte ammettono, e alla fine spaventati collaborano. Con le bocche aperte dei pentiti, il quadro si fa più chiaro e definito con la partecipazioni di bookmakers asiatici , gruppo di zingari che avrebbero manipolato il calcio italiano con l’aiuto di calciatori del campionato italiano. Tutto appariva delimitato alla serie C dove tante volte gli stipendi nona arrivano per un intero campionato, la macchia di disonore si allargava ad ogni conferenza stampa del procuratore di Cremona e degli organi di Polizia nazionale che annunciavano coinvolgimento prima di calciatori di serie B e dopo di quella di calciatori di serie A. Le inchieste di Cremona sono partite dalla C per arrivare alla culla della Nazionale e del calcio italiano Coverciano.Come quando si mangiano le ciliegie un arresto dopo l'altro.

Nel giugno dello scorso anno si inizio con l’arresto di 16 persone, di cui : Paoloni e Signori, ma anche Micolucci e Sommese. Nel dicembre del 2012 finirono in guardina altri 17 indagati e nomi ancor più eccellenti ,come: Filippo Carobbio, Luigi Sartor e Carlo Gervasoni, Andrea Masiello ed entrano in scena i pentiti dopo le paure dietro le sbarre e la rabbia dei tifosi che coinvolgono altri personaggi ancor più eccellenti. Ieri mattina l'ultimo capitolo, con l'arresto di personaggi illustri del calcio italiano: Stefano Mauri e Oscar Milanetto e le perquisizioni agli appartamenti di Domenico Criscito, con avviso di garanzia recapitato a Coverciano e Antonio Conte. Tante le partite al vaglio degli inquirenti, ma anche tanti i fatti e le circostanze ancora da chiarire, perché bisogna vagliare gli avvisi di garanzia che per il procuratore di Cremona ha detto non bisogna enfatizzare... gli avvisi di garanzia, ma le telecamere davanti a Coverciano alle ore 6 del mattino dimostrano il contrario con una operazione che doveva essere quantomeno secretata. La novità o nell’inchiesta di Cremona che il gruppo dei cosiddetti ungheresi ha sostituito quello degli zingari nel ruolo di promotori delle partite combinate in serie A e B nel campionato italiano. Quello che preoccupa molto l’ambiente del calcio, le società i dirigenti sono altre parole uscite dalla conferenza stampa di Cremona dopo gli ultimi arresti : “Inchiesta infinita con infiltrazioni mafiose internazionali”, e che gli investigati sono indagati per associazione a delinquere finalizzata alla truffa e alla frode sportiva. Estate caldissima per il calcio italiano. Se la giustizia sportiva seguirà la sua particolare giurisprudenza in materia di illeciti di questo genere, probabilmente a farne le spese saranno anche e soprattutto le società che avevano in forza i tesserati colpevoli di aver favorito le combine. Le penalizzazioni più o meno importanti, certo, ma pure con retrocessioni e promozioni per alcuni casi , potrebbero ridisegnare le classifiche del campionato di A, b, c ma anche la partecipazione alle competizioni europee. La prima domanda che girava in Figc dopo l’ennesimo terremoto riuscirà questa volta a partire il campionato di calcio di serie A e quando ? Per adesso il primo a pagare l’avviso di Garanzia è Mimmo Criscito non convocato per gli Europei . Demetrio Albertini, Vice Presidente della Figc. ha detto che Criscito era dispiaciuto per le ripercussioni sulla nazionale e sullo spogliatoio». «Mi ha spiegato alcune cose, credo alla sua versione e alla sua innocenza”.( lino Marmorato)

 

 

Skype Me™!
Seo e web marketing in Liguria
burgman 650 experience
Agenzia della entrate