Stampa
03
Giu
2012

Sampdoria in finale Playoff

Pin It

altSassuolo Sampdoria1 a1 .Una partita che valeva mezza stagione e chi vinceva andava ad affrontare nella finale  play off il Varese e chi perdeva doveva rimandare i sogni di serie A di una stagione. Partita da patos bella a tratti dove l’imperativo

del Sassuolo era recuperare il gol che la estrometteva dalla finale . Dovevano fare la partita i nero verdi hanno avuto il possesso pallone, ma solo un’azione blucerchiata e l’estro di Eder ha mandato tutto all’aria. Correva il settimo minuto di giuoco del primo tempo, e un rigore allegro di Tommasi di Bassano del Grappa concesso alla Samp bastava per mandare all’aria i piani iniziali del Sassuolo e di Pea . A fine gara gli emiliani erano convinti che a vincere ed andare in finale fosse stato solamente il “censo calcistico ” blucerchiato e non il giuoco o le giocate. Hanno ragione per quel calcio di rigore ma quando rivedranno la partita si renderanno conto che il Signor Tommasi è stato il peggior in campo non solo per il calcio di rigore.

La “legge del3”questa volta non ha funzionato. Il tabù che voleva la 3° classificata in campionato sempre promossa in Serie A dopo i play-off è stato rotto. A raggiungere la finale sono state la 5° e la 6°. Dimostrazione di quanto sia stata divertente questa Serie B. Tatticamente 3-4-1-2 del Sassuolo contro 4-3-1-2 dellala Sampdoria. Due moduli bilanciati ma offensivi, in entrambi il perno del gioco doveva essere il trequartista assente per mancanza di spazi da ambo le parti; la differenza è stata fatta difesa a 4 dei Blucerchiati che con quell’uomo in più è riuscita a chiudere quasi tutte le offensive avversarie. Il migliore in campo è sicuramente Da Costa, l’estremo difensore della Sampdoria ha salvato in più occasioni i suoi, ricordando anche il rigore parato nella gara di andata. Bene anche Pedro e buona la prestazione di Rispoli soprattutto in fase difensiva perché ha salvato il gol del2 a1 a5’dal termine della partita sulla riga di porta. Per Iachini e la Samp contava giustamente solo il risultato e la qualificazione alla fase finale ma Mercoledì ’ contro il Varese al Ferraris per la prima finale, non si cambieranno i suonatori ma lo spartito si. La Samp al Braglia ha giocato per 2 risultati ma sembrava troppo concentrata solamente sul pareggio. Troppo basso il baricentro che non permetteva le ripartenze. Per un quarto del primo tempo e per un’altra metà del secondo tempo la Samp ha giocato con i tre attaccanti che non partecipavano mai alla fase difensiva, difficilmente rientravano nella propria metà campo, lasciando la propria difesa assediata da Sansone e i sassuolesi. Iachini, meno male , in ritardo tra il22’e il 29’del secondo tempo ha trovato le contromosse giuste facendo entrare prima Soriano al posto di Juan Antonio(solo un dribbling in65’di giuoco),schierando il centrocampo a 4 per contrastare il 4 2 3 1 di Pea ed infine ha tolto Pozzi per Pellè che con il suo fisico ha fatto rifiatare i compagni tenendo il pallone, addirittura con l’infortunio di Obiang ha schierato la difesa a 5 calciatori con l’ingresso di Volta, correndo qualche rischio in zona cesarini. La foto di Sassuolo Sampdoria : emiliani grande partita da collettivo, doriani salvati dalla personalità e dall’esperienza dei singoli calciatori. Samp mercoledì attenta al Varese , hanno una voglia matta dopo trentasette anni di rivedere la Serie A e per tutti è ad un passo, alla loro portata con due pareggi. Samp attenzione perché i biancorossi in campionato hanno inciampato in casa , ma hanno fatto strapartite fuori.( lino marmorato)

 

 

Skype Me™!
Seo e web marketing in Liguria
burgman 650 experience
Agenzia della entrate