Stampa
14
Lug
2012

Bambini Bielorrussi ospiti a Recco

Pin It

altIl Comune di Recco, con il coordinamento dell’associazione Onlus Liguria Mare, che aderisce al progetto per l'aiuto dei Bambini Bielorussi a seguito del gravissimo incidente nucleare di Chernobyl, ospita per i mesi di luglio e agosto presso la Scuola

Materna di San Rocco, sei bambini (quattro di 6/7 anni e due di 12/13 anni) accompagnati da tre loro maestre in grado di capire la nostra lingua e fare quindi da tramite.
Sono bambini  nati dopo l’esplosione della centrale nucleare, ma che portano comunque le conseguenze devastanti delle radiazioni ancora presenti nell'atmosfera
Gli esperti dicono che ci vorranno centinaia di anni perché tutte le micidiali radiazioni si dissolvano e finalmente

la radioattività scenda a livelli accettabili e smettano di colpire le vite umane.
Lo scopo della loro permanenza a Recco è quello di farli star meglio trascorrendo giornate al mare  divertendosi .
Anche gli associati al Consorzio della Focaccia di Recco spontaneamente hanno voluto dare un segno di vicinanza a questi piccoli che saranno accolti  con fumanti croissant alla mattina per colazione, focaccia, pizza o quant’altro per merenda  per chiudere con la cena della domenica 26 agosto, prima della loro partenza .