Stampa
04
Set
2013

C' era una volta il fumetto. E c'è ancora

Pin It

fumettoMalgrado il passare del tempo, delle tecnologie e delle mode, i fumetti esercitano ancora tutto il loro fascino su un pubblico molto vasto.
I fumetti, racconti per immagini corredate da didascalia e dialoghi contenuti in appositi spazi, vantano origini antiche. Se ne trovano esempi presso gli Egizi, nella Roma imperiale e nel Medioevo, mentre c'è chi ne attribuisce la paternità a Giotto.
Ma per i fumetti il vero lancio avvenne con le strisce (strips) dei grandi quotidiani americani negli anni venti e trenta.

In tempi moderni. Da allora si è fatta molta strada

Il mercato editoriale offre fumetti di generi ed argomenti diversi (dal registro avventuroso nelle varie accezioni, a quello comico - satirico, al filone erotico - porno), dedicati non solo all'infanzia ma anche agli adulti, praticamente per ogni tipo di pubblico.
Ai lavori commerciali, prodotti di massa, si affianca il più colto e raffinato fumetto d'autore, passando dalla produzione seriale standardizzata alle tavole creative e geniali dei grandi disegnatori: capolavori che resteranno vere opere d'arte.


Accanto alle famose collane americane trovano posto i manga giapponesi e le scuole europee: la produzione di fumetti e il fenomeno della loro diffusione ha infatti interessato ogni Paese, anche se con tempi, modalità e risultati sempre differenti.

Le nuove frontiere del fumetto

Con il progresso tecnologico, di solito i nuovi strumenti comunicativi e mezzi espressivi non vanno a sostituirsi completamente ai precedenti, piuttosto li affiancano. Radio, cinema, televisione oggi convivono senza problemi nel computer o lo smartphone, anche grazie a internet.
Così i fumetti sono sopravvissuti ai cartoni animati e, con le loro caratteristiche uniche, probabilmente troveranno un loro spazio anche al di fuori (o magari - perché no? - all'interno) delle nuove frontiere dell'editoria digitale.

Skype Me™!
Seo e web marketing in Liguria
burgman 650 experience
Agenzia della entrate