Stampa
05
Mar
2018

Pubblicare un libro: ecco qualche indicazione da seguire

Pin It

La pubblicazione di un libro può rappresentare un momento di grande soddisfazione per un individuo. Un momento in cui si realizza un obiettivo per il quale magari si è investito molto in termini di tempo ed energie.

Ma come tutte le soddisfazioni, anche la pubblicazione di un libro deve essere autentica. Nel caso di un lavoro editoriale l’autenticità risiede nell’appagare la richiesta di un editore in maniera libera. Troppo spesso invece si trovano situazioni in cui un editore chiede una somma di denaro per la pubblicazione di un lavoro. Questo non può essere considerato, come per troppo tempo è stato, la normalità.

Se un editore vi chiede una somma di denaro per coprire le spese di pubblicazione, vuol dire che sicuramente non avrà un pieno interesse nel vostro manoscritto ma vorrà solo coprire i costi annoverando una pubblicazione in più tra i propri lavori.

Con l’avvento di Internet e di tutto ciò che ne consegue (forum, social network ecc.) è diventato più facile informarsi e fare passaparola su questo argomento. Perciò il consiglio è sempre quello di informarsi bene sulla casa editrice, prima di chiudere qualsiasi tipo di accordo con essa.

Ma vediamo in queste righe qualche consiglio utile su come pubblicare un libro.

Metodi alternativi di pubblicazione: l’esplosione del self publishing

Riuscire a convincere un editore della bontà del proprio manoscritto è sempre molto difficile. Questo perché si tratta di un settore in cui la competizione è molto alta. Tanti editori, soprattutto quelli che godono di un credito maggiore, si trovano a ricevere migliaia di manoscritti al giorno e altrettanti sono costretti a cestinarli.

Un primo consiglio è quello di curare nel dettaglio non solo il contenuto del manoscritto, ma anche tutto ciò che serve a presentarlo nella maniera migliore (breve presentazione di sé stessi e del lavoro, corretta impaginazione ecc.).

Tutto questo può non bastare, ma ci sono altri modi per giungere alla pubblicazione di un libro.

Grazie alla rete sono aumentate infatti sensibilmente le possibilità di pubblicare un libro in maniera totalmente autonoma. Questo grazie anche all’esplosione di piattaforme di self publishing.

Si tratta di alternative valide che permettono l’auto pubblicazione della propria opera prima. Esse prevedono un costo che differisce a seconda del tipo di piattaforma, ma che spesso e volentieri giustifica il piccolo investimento.

Le principali piattaforme e i vantaggi di una pubblicazione

La principale piattaforma che consente di pubblicare un libro  un e-book è sicuramente ilmiolibro.it.

Si tratta di un sito che si è fatto strada non solo grazia alla rete, ma anche grazie al fatto che fa capo alla Feltrinelli (e quindi al gruppo Espresso) ed è in grado di garantire una visibilità e delle potenzialità di certo non indifferenti.

Su questa piattaforma si può scegliere liberamente il metodo di pubblicazione che si preferisce: nel caso in cui si optasse per il cartaceo, verrà consegnato un codice IBS (a pagamento)per promuovere la propria opera.

Un’altra piattaforma molto utilizzata per la pubblicazione di libri è Lulu. Questo sito risulta molto battuto per quanto riguarda la soluzione relativa agli e-book, poiché è del tutto gratuita in questo caso.

In generale è un sito facile da consultare, che offre molte modalità di pubblicazione e che è anche piuttosto vantaggioso sul piano economico.

Infine citiamo Narcissus.me e Createaspace, che sono le due principali piattaforme internazionali per pubblicare libri.

Anche questi due siti sono in grado di offrire diverse opportunità; i particolar modo Createaspace, essendo di proprietà di Amazon, ha un costo più elevato ma anche moltissimi potenziali vantaggi che scaturiscono dal legame con il colosso statunitense.