Stampa
13
Giu
2011

REFERENDUM. RAGGIUNTO IL QUORUN SVENTOLANO LE BANDIERE DI FLI

Pin It

Le bandiere tricolori di Fli hanno iniziato a sventolare intorno alle 13, quando si è capito che il quorum referendario sarebbe stato raggiunto. Nella sede regionale di Futuro e Libertà, alla Fiumara di Genova, la soddisfazione è grande: «Anche perché la Liguria ha dato una forte dijostrazione di partecipazione – dice Enrico Nan, coordinatore regionale di Fli – noi abbiamo chiesto agli Italiani e ai Liguri di votare, per esprimere liberamente il loro attaccamento alla democrazia. Ma il raggiungimento del quorum ha anche un significato politico importante, perché rappresenta un nuovo schiaffo al berlusconismo. Due settimane fa Pdl e Lega Nord hanno preso il cartellino giallo, oggi è arrivato forse quello rosso e chi ha detto che sarebbe andato al mare probabilmente farebbe bene a restare sulla spiaggia». 

Soddisfazione per il risultato raggiunto viene espresso anche da Rosella Oddone Olivari, coordinatrice provinciale di Genova: «A livello territoriale c’è stato un grande impegno a favore dei referendum. Si sono impegnati soprattutto i nostri ragazzi, che hanno organizzato un convegno insieme ai giovani dell’Udc». Il nuovo stop al berlusconisnmo potrà avere conseguenze anche a livello cittadino e provinciale, in vista delle elezioni amministrative di Genova, in programma nel 2012. «Le ultime dichiarazioni dell’onorevole Giorgio Bornacin sulla candidatura del senatore Enrico Musso a sindaco di Genova, vanno salutate positivamente. Da avvocato parlerei di “ravvedimento operoso” da parte del Pdl genovese, che dopo aver sparato sulla candidatura di Musso sembra dijostrare quest’oggi una diversa e più intelligente visione». Fli è stato il primo (e finora l’unico) partito ad aver ufficialmente appoggiato la candidatura di Enrico Musso: «Noi abbiamo avuto ragione in tutta Italia e avremo ragione anche a Genova. Senza Futuro e Libertà e il Terzo Polo, i moderati non hanno alcuna possibilità di vincere le elezioni. Per questo oggi esprimo soddisfazione per le dichiarazioni dell’onorevole Giorgio Bornacin e l’auspicio che si possa aprire una nuova stagione di dialogo. Genova ha bisogno di cambiare perché, al di là di chi sarà il suo candidato, la sinistra ha governato male e portato la città a una situazione di crisi senza precedenti. Tra un anno avremo un’occasione storica e noi del Fli non abbiamo alcuna intenzione di lasciarcela sfuggire».