Stampa
08
Feb
2011

DALLA LIGURIA A MILANO PER L'ASSEMBLEA COSTITUENTE DI FUTURO E LIBERTA'

Pin It

Un pullman da Genova, molte auto private dalla Spezia, Imperia, Savona, dal Tigullio. Saranno molti i liguri presenti da venerdì a domenica prossimi all’assemblea costituente di Futuro e Libertà per l’Italia, in programma alla Fiera di Milano-Rho. «Il nostro coordinamento sarà uno dei più numerosi, oltre che essere in prima fila dal punto di vista organizzativo – dice Enrico Nan, coordinatore regionale di Futuro e Libertà – con l’assemblea costituente si gettano le basi per la crescita del partito e per una politica diversa nel nostro Paese. In Liguria la campagna di adesioni sta andando molto bene e un recente sondaggio conferma Fli in Liguria con un trend in crescita».

I lavori dell’assemblea costituente si apriranno venerdì 1 febbraio alle ore 15 e si concluderanno domenica 13 con l'intervento conclusivo di Gianfranco Fini, che inizierà alle ore 12. La kermesse  prenderà il via con una conferenza stampa, in programma alle ore 14 di venerdì, giornata inaugurale che si chiuderà a cena con Gianfranco Fini, curata da Gianfranco Vissani. Alle 15 di venerdì apertura dei lavori (Presidente onorario dell'Assemblea Costituente Mirko Tremaglia, Segretario Generale Andrea Ronchi, Presidente dell'Assemblea Salvatore Tatarella, Vicepresidenti Angela Napoli e Giuseppe Consolo). A seguire, relazioni del Coordinatore del Comitato Promotore, Adolfo Urso, e dei Capigruppo parlamentari Italo Bocchino e Pasquale Viespoli. Poi insediamento della Commissione per lo Statuto, presieduta da Donato Lamorte e della Commissione per il Programma, presieduta da Mario Ciampi, e delle sei Commissioni tematiche: Commissione Cultura; Commissione Innovazione; Commissione Ambiente; Commissione Welfare; Commissione Sviluppo; Commissione Legalità.  Sabato sarà dedicato al dibattito.  E' prevista una iniziativa dedicata alla manifestazione del comitato ''se non ora quando'', in difesa della dignità delle donne e uno spazio dedicato ai giovani e agli amministratori locali. Domenica, dopo le relazioni dei rappresentanti delle sei Commissioni tematiche, intervento di chiusura di Gianfranco Fini.