Stampa
15
Apr
2011

IMMIGRAZIONE -PDL- 700 FIRME IN DUE ORE IN PIAZZA NIEVO A GENOVA QUARTO

Pin It

Ha preso il via stamane in Piazza Ippolito Nievo a Quarto, davanti all’ex Scuola Marco Polo, la raccolta firme del Pdl genovese, per far revocare la decisione del Sindaco Vincenzi di insediare i centri immigrati all’interno dei quartieri popolari cittadini e per sostenere la proposta del Prefetto di Genova ad accoglierli all’interno di Forte Begato. La petizione ha toccato quota 700 firme nell’arco di due ore. Al banco della raccolta firme si sono alternati oltre ai promotori Rosso e Plinio anche i consiglieri comunali del Pdl Stefano Balleari, Giuseppe Cecconi e Lilli Lauro. Era presente anche il Presidente del Municipio Levante Francescantonio Carleo. 

“E’ stato un grande successo – hanno detto i promotori dell’iniziativa  Matteo Rosso, Capogruppo Pdl Regione Liguria  e Gianni Plinio, Responsabile Sicurezza Pdl Liguria – Una vera e propria folla di residenti ha fatto la fila dinanzi al banchetto del  Pdl per manifestare la propria contrarierà alla sconsiderata decisione della  Vincenzi che, se dovesse permanere, rischierebbe di innescare reazioni popolari sempre più inquietanti”.

“A firmare  - continuano i due esponenti del Popolo della Libertà - erano soprattutto mamme provenienti dai vicini asili e scuole e tantissimi residenti nei vicini condomini oltreché tanti operatori commerciali della zona che richiedevano moduli da far sottoscrivere anche ai propri clienti”.

“Ci hanno particolarmente colpito alcuni firmatari che dichiaravano di essere elettori pentiti del centro sinistra e di Marta Vincenzi dal momento che una struttura come l’ex Marco Polo andava riqualificata ed utilizzata a fini diversi rispetto a quello di centro immigrati. Tutti dichiaravano disponibilità all’ accoglienza di veri profughi, ma manifestavano serie preoccupazioni circa la presenza di clandestini nel proprio quartiere”.

La raccolta firme Pdl prosegue domani, sabato 16 Aprile,  alle ore 10.30 in Piazza Tre Ponti a Sampierdarena anche con la partecipazione del Senatore Giorgio Bornacin, coordinatore metropolitano Pdl.