Stampa
06
Mag
2011

MANIFESTAZIONE A SOSTEGNO DELLA MORATTI, SCANDROGLIO, CASSINELLI E BORNACIN ANCHE I LIGURI A MILANO

Pin It
Gli esponenti del Pdl, in attesa di partecipare alla manifestazione organizzata al Palasharp per sostenere la candidatura a sindaco di Milano di Letizia Moratti, hanno confermato “la mobilitazione ligure del Popolo della Libertà”, sottolineando come “i militanti del nostro Partito siano determinati e compatti: questo è un'altra grande prova di affetto e fiducia al Popolo della Libertà e, soprattutto, al suo leader Silvio Berlusconi”.
 
 
“Solo da Genova arriveranno nel capoluogo lombardo oltre 500 simpatizzanti del Popolo della Libertà. Questa non sarà una manifestazione nazionale, ma Genova e la Liguria daranno prova ancora una volta di sapersi mobilitare per difendere Silvio Berlusconi dai continui attacchi di una sinistra ormai allo sfascio e per sostenere i suoi candidati alle prossime elezioni comunali”. Così Michele Scandroglio, coordinatore regionale del Pdl, Giorgio Bornacin, coordinatore metropolitano del Pdl e Roberto Cassinelli, coordinatore metropolitano vicario del Pdl, commentano la partecipazione del Popolo della Libertà ligure alla manifestazione organizzata al Palasharp di Milano per sostenere la candidatura a sindaco di Letizia Moratti.
“Tanti liguri – sottolinea il coordinatore regionale Michele Scandroglio - saranno a Milano per sostenere Letizia Moratti per il suo secondo mandato e questa è ancora una volta la dimostrazione che il Popolo della Libertà nella nostra regione è vivo e funziona, tutto ciò senza tralasciare le importanti scadenze elettorali della nostra terra, per i quali l’impegno è profuso senza risparmio”.
“Genova – aggiungono Bornacin e Cassinelli – darà dimostrazione, come ha già fatto in passato, di essere compatta e determinata: andiamo a Milano per ribadire la nostra fiducia al Popolo della Libertà e, soprattutto, a Silvio Berlusconi”.
Scandroglio, Cassinelli e Bornacin concludono, infine, dicendo: “Al Palasharp pochi mesi fa la sinistra e Saviano hanno organizzato una manifestazione di scherno, piena di rancore e risentimento nei nostri confronti: noi replicheremo con una festa con tutti i nostri sostenitori dove verrà sottolineato l’amore verso i colori del Popolo della Libertà e, soprattutto, per far capire a tutti il nostro desiderio di voler fare il bene dell’Italia e degli italiani”.