Stampa
20
Ott
2011

Presentata in Regione la proposta di legge per le taggesmutter

Pin It

alt Il consigliere della Lista Biasotti Lorenzo Pellerano e il capogruppo Aldo Siri hanno presentato la proposta di leggeNorme per la disciplina del servizio di tagesmutter”, per l'istituzione e il regolamento della “mamma di giorno” o “mamma accogliente”. «La tagesmutter è una

 mamma che si offre per badare a bambini fino a dieci anni a casa propria – spiega Pellerano – in molti paesi del Nord Europa e in alcune regioni italiane, come il Trentino Alto Adige, è una figura oramai radicata. In Liguria alcune giovani mamme hanno deciso di avviare questo servizio e stanno riscuotendo un notevole successo».


La proposta ha già incassato l'ok bipartisan da parte di Roberta Gasco, consigliere regionale Pdl e neomamma da pochi mesi, e di Maruska Piredda, consigliere regionale dell'Idv presidente della commissione Pari Opportunità. «La collega Piredda – dice Pellerano – ha garantito l'intenzione di portare già dalla prossima settimana la proposta in commissione. In un momento di crisi economica così profonda, questo servizio, a costo zero per gli enti locali e con una spesa contenuta per gli utenti, rappresenta un valido aiuto alle famiglie che si basa sui principi di sussidiarietà». Il testo della proposta di legge, oltre a fissare i requisiti per l'accesso della professione, stabilisce i percorsi formativi, i termini del servizio, i requisiti dei luoghi per lo svolgimento dell'attività e l'istituzione di un albo regionale delle tagesmutter. «Se ci saranno in futuro maggiori risorse per il sociale – spiega Pellerano – la proposta di legge prevede la destinazione di contributi alle cooperative e alle associazioni delle tagesmutter del territorio riconosciute dalla Regione per stabilire canoni agevolati e benefici tariffari per le famiglie».