Stampa
15
Feb
2012

Primarie: La sconfitta del PD

Pin It

altLa vittoria al ballottagio del prof.Doria sulle due candidate del Pd apre ,anche, a Genova scenari molto interessanti.Il PD esce sconfitto da un confronto su cui tutti i pronostici prevedevano un risultato completamente diverso. Il PD esce sconfitto due

volte,diecimila votanti in meno alle primarie rispetto a 5 anni fa e mutamento di preferenze in feudi da sempre definiti avamposti inespugnabili. Ecco quindi che il semisconosciuto professore ,terzo incomodo,riesce a portare alle urnemigliaia di genovesi e a farsi dare il consenso spendendo per la sua campagna elettorale solo settemila euro.
Un fenomeno da tutti i punti di vista verrebbe da dire.

Il PD sarà quindi ,obtorto collo,obbligato a consegnare al professore la corona di candidato ufficiale per il prossimo girone amministrativo e sappiamo che storicamente chi vince le primarie va a Tursi.
Varrà ancora questo assioma?

Marco Doria è un boccone amaro per il PD ma potrebbe addiritura andare di traverso e asfissiare il partito se una volta,eventualmente insediato,desse seguito alle sue intenzioni di politica economica e sociale,che sappiamo essere in parte contraria al precedente governo cittadino. Cercare alleanze con i vecchi compagni di viaggio della Marta Vincenzi vorrebbe dire sacrificare buona parte delle promesse fatte in campagna elettorale e non credo che la base lo comprenderebbe,insomma la strada ,anche per lui,appare in salita e piena di ostacoli. Ecco quindi che per la prima volta si apre uno spazio in cui un candidato di centro destra potrebbe ammainare la bandiera rossa da Palazzo Tursi. Anche quì tuttavia nulla è scontato,la coalizione di centro dx appare divisa e la lega potrebbe addiritura proporre un suo candidato,gravissimo sbaglio.

Il primo sforzo del nuovo coordinatore cittadino dovrebbe essere quello di scongiurare questa eventualità,e sucessivamente trovare un candidato in grado di atrarre voti da tutte le latitudini a prescindere dalla casacca.Un po come andare a caccia senza munizioni. Resta tuttavia un ultima incognita ,cosa farà il terzo polo? Presenterà davvero un suo candidato o si schiererà a destra o a sinistra? Qualora questo candidato fosse la bella copia di Doria (ndr Musso)allora penso che il risultato sarebbe oltremodo combattuto. L' obiettivo comunque deve essere quello di andare al ballottagio,vincere al primo turno è oggettivamente impossibile per chiunque ,ma in questa eventualità mi attenderei che il centro sia poi capace di ricompattarsi per appoggiare il vincitore. Comunque si evolvano le cose , per chi ama la politica, questo è un momento veramente molto stimolante.( walter pilloni)