Stampa
20
Lug
2011

Sanità/Ticket: la Liguria in pole position sugli aumenti

Pin It

altMarco Scajola: “ invece di ridurre gli sprechi la Giunta Burlando aumenta i balzelli a carico dei cittadini”..La Liguria in pole position sui ticket per la sanità. Il giorno dopo

 l’approvazione della manovra finanziaria Montaldo aveva già predisposto l’introduzione dei 10 euro aggiuntivi sulle prestazioni diagnostiche e specialistiche. Ad intervenire è il consigliere regionale del Pdl Marco Scajola che dichiara: “ è chiaro che la manovra del Governo,


che ha introdotto l’aumento del costo dei ticket per le prestazioni diagnostiche e specialistiche, è complessa, articolata e importante . Ci si gioca il futuro del Paese e senza una manovra correttiva dei conti pubblici si rischiava di mettere a repentaglio l’intero sistema Italia”. Scajola continua “ Nello stesso tempo però è importante sottolineare che mentre la Liguria ha da subito provveduto ad introdurre l’aumento dei ticket altre regioni invece hanno affrontato la situazione in maniera diversa”. L’esponente del Pdl infatti sottolinea: “ ad esempio alcune amministrazioni regionali hanno già fatto sapere che non utilizzeranno i ticket per reperire risorse economiche aggiuntive: la Toscana, l’Emilia, la Sardegna e la Valle d’Aosta infatti non adopereranno questo strumento. Altre invece quali ad esempio il vicino Piemonte, l’Umbria, la Campania ed il Friuli stanno riflettendo sull’opportunità di individuare altri percorsi senza prevedere l’inserimento di ulteriori balzelli”. Secondo il consigliere regionale infatti il problema è che la politica della Giunta Burlando non è quella di tagliare gli sprechi ma di tartassare i cittadini “dispiace constatare che la Regione Liguria, la quale ha già inserito il ticket di euro 25 sui codici bianchi per le prestazioni di Pronto Soccorso, non sia in linea con altre Regioni ed anzi prevede l’introduzione di altri aumenti sui ticket sui codici verdi”.