Stampa
22
Gen
2011

SILIGHINI: IO HO PORTATO NICOLE MINETTI IN TV

Pin It

“Ho sempre trovato stonate le dichiarazioni di Sara Giudice nei confronti di Nicole Minetti e più parla più noto le nervature di gelosia aumentare. Sara da donna dovrebbe innanzi tutto esprimere solidarietà ad una collega di partito attaccata impunemente dai giornali, dipinta e trattata come una delinquente comune. Nicole prima di essere un’esponente del suo stesso partito è una donna come lei e come tale va rispettata e sinceramente mi aspettavo che la Giudice, se proprio sentiva la necessità fisica di esprimere il suo parere, esprimesse solidarietà non al contrario cercasse scuse banali per la sua battaglia contro la presunta ingiustizia di essere stata superata da Nicole nella corsa alla Regione Lombardia.

Sarebbe opportuno che la Giudice durante i suoi comizi contro Nicole, ricordasse al suo pubblico di essere figlia di un Consigliere Comunale di Milano. Credo che Sara Giudice non troverebbe  carino che qualcuno pensasse che molti dei suoi voti arrivano dall’elettorato del padre o  che, visto che al prossimo mandato il Consigliere Comunale Vincenzo Giudice non si candiderà farà dirottare tutti i suoi voti proprio verso la figlia, no?  La politica ereditaria non è forse più imbarazzante della Minetti in Regione? E poi nel suo bando di raccolta firma per le dimissioni di Nicole, la Giudice si chiede cosa c’entrino le soubrette e lo spettacolo con la politica. A questo rispondo io perché mi sento perfettamente tirato in causa. Nicole Minetti a Colorado caffè l’ho portata io visto che ho fatto consulenza per il cast e posso assicurare che Nicole venne al provino facendosi centinaia di chilometri da Rimini unicamente su mia insistenza,sebbene non avesse ambizioni artistiche. L’ unica motivazione che spinse Nicole a venire al mio casting era il trovare un lavoro che le lasciasse abbastanza tempo libero per studiare e che contemporaneamente le permettesse di  mantenersi gli studi al San Raffaele. Io faccio spettacolo da 17 anni e da 17 anni faccio politica al fianco di Silvio Berlusconi e lo stesso Berlusconi è uomo di spettacolo, come lo è il Ministro  Mara Carfagna, come lo è il Ministro Vittoria Brambilla, come lo è l’Onorevole Gabriella Carlucci e come, ricordo, lo è stato anche Ronald Reagan: il più grande liberale che gli Stati Uniti d’America abbiano avuto come Presidente. Sara Giudice spero  aumenti la propria elasticità mentale se vuole fare meglio politica. Essere liberali vuol dire non fermarsi alle apparenze. E  se crede che Nicole Minetti sia in Regione non per le sua capacità, se la prenda con Berlusconi  e lo accusi pubblicamente di compilare le liste su basi sessuali e non meritorie e se davvero è convinta di questo, cosa ci sta a fare in un partito del genere?
 
DR. LUCIANO SILIGHINI GARAGNANI Presidente Giovine Italia Promotori della libertà Lombardia