Stampa
13
Ott
2016

La psicoterapia contro le varie forme di dipendenze

Pin It

Le dipendenze rappresentano una seria problematica per gli individui, che spesso non riescono a comprendere il loro problema e quale sia il modo migliore per affrontarlo. Le dipendenze più note sono quelle da droga e quelle da alcool. Ma esistono anche le dipendenze da cibo, da gioco, da sesso e molte altre ancora.

E’ bene distinguere dei comportamenti ripetuti, che possono magari essere accomunati a semplici vizi, da quelle che sono le vere e proprie dipendenze. Generalmente queste ultime vengono vissute in maniera negativa dal soggetto stesso, che non può fare a meno di adottare un determinato comportamento, seppure questo non apporti più alcun grado di soddisfazione o di piacere.

Motivazioni alla base delle dipendenze

E' possibile suddividere le dipendenze in base agli effetti che producono: da una parte si può parlare di dipendenza fisica, quando comporta uno stato biologico alterato. Dall'altro lato è possibile che si verifichi una dipendenza psichica, quando le alterazioni riguardano un stato psichico e comportamentale.

In genere le dipendenze non sono qualcosa che nasce subito, ma piuttosto qualcosa che si costruisce nel tempo. Nella maggior parte dei casi ciò che crea dipendenza è un oggetto o una situazione che inizialmente è in grado di donare piacere e soddisfazione all’individuo: ad esempio una vincita nel gioco, un gusto nel cibo, un orgasmo nel sesso e così via. Ma con il tempo può attivarsi quella parte del cervello che segnala un livello di gratificazione insufficiente e che spinge quindi a ripetere il comportamento in modo irrazionale e patologico. E così la persona dipendente investe sempre di più nell’oggetto della sua dipendenza, e ne ricava sempre di meno. Non di raro i soggetti dipendenti cercano di coinvolgere anche altre persone nel problema, non riuscendo più a controllare i propri impulsi e comportamenti.

La cura attraverso la psicoterapia

Quando una persona che soffre di una dipendenza riesce a trovare la forza di riconoscerlo, deve trovare il modo migliore per poterne uscire. A questo scopo diventa la psicoterapia diventa un aiuto valido e fondamentale. Molto spesso è necessario affiancare anche una terapia farmacologica, al fine di restituire al soggetto una buona capacità di controllo: per ridimensionare le dipendenze si sono rivelati utili medicinali indicati per moderare l’impulsività e l’euforia patologica. Alla base di un trattamento efficace, tuttavia, deve esserci la profonda conoscenza dei meccanismi cerebrali che hanno dato luogo alla dipendenza.

Come spiegato nel portale www.michelecanil.it, per ottenere un valido aiuto da un professionista serio e preparato è possibile rivolgersi al dottor Michele Canil: si tratta di uno psicologo e psicoterapeuta, con specializzazioni in ipnosi, neuropsicologia e psicofisiologia clinica (psicosomatica). Nel suo studio è possibile seguire un percorso basato sulla Psicologia dei Costrutti Personali, con un approccio terapeutico non invasivo: il dottor Canil si occupa di disturbi del tono dell'umore, depressione, attacchi di panico, ansia e fobia. Ha inoltre una grande esperienza  nel settore delle dipendenze, quali ad esempio quelle dal tabagismo, da shopping , da internet e dipendenze affettive.

Skype Me™!
Seo e web marketing in Liguria
burgman 650 experience
Agenzia della entrate