Stampa
25
Giu
2012

Bolidi pronti per l'assalto al Vason

Pin It

 altDa decenni a questa parte il Trentino ospita uno degli appuntamenti motoristici più importanti del panorama internazionale. Stiamo parlando della cronoscalata «Trento – Bondone», gara di velocità in salita che nelle sue 62 edizioni è diventata ormai

non solo  una competizione attesa da tutti i piloti ma anche una importante tappa del Campionato Italiano di velocità in montagna e del Campionato Europeo della Montagna. Ecco allora che dal 29 giugno al 1 luglio i bolidi romberanno nuovamente lungo i 17,3 km che separano Montevideo da Vason: i tornanti della montagna del capoluogo rappresentano non solamente la gara del genere più lunga del nostro paese ma anche quella più difficile da affrontare per i piloti. Non per niente questa ascesa è soprannominata «l'Università della salita», ecco allora che al via ci saranno tutti i big della specialità. A partire dall'assoluto dominatore di ambedue i campionati, ovvero il toscano Simone Faggioli, che con la sua Osella Fa 30 Zytek va a caccia della terza vittoria consecutiva sulle pendici del Bondone. 
Suo anche il record assoluto della corsa realizzato lo scorso anno fermando il cronometro a 9 minuti, 23 secondi e 19 decimi. Suo avversario numero uno sarà il “padrone di casa”, quel Christian Merli trentino di Fiavé che con la sua Radical 1.600 occupa il secondo posto nella classifica generale del Campionato italiano di velocità in montagna a 3 punti dal campione toscano. In attesa di veder completato l’elenco degli iscritti, che andrà definendosi nei prossimi giorni, possiamo attenderci che i big di ogni

categoria saranno al via della 62ª edizione: Magliona, Iaquinta e Conticelli nel Gruppo CN; Forato, Cannavò e Santucciuone nel Gruppo GT; Giuliani, Gramenzi e Nappi nel Gruppo E1 Italia; Bicciato, Sambuco e D’Amico nel Gruppo A; Vardanega, Montanaro e Regis nel Gruppo N. Prima della loro ascesa potremo goderci la sfilata delle auto storiche, secondo un rituale al quale siamo tutti affezionati.
Anche quest'anno, poi, la gara avrà uno spirito benefico. In quanto durante la tre giorni sarà promossa una iniziativa di solidarietà a favore dell'Associazione Trentina Fibrosi Cistica. Non solo al via ci sarà un pilota che soffre di questa malattia, ma saranno poi venduti una serie di adesivi speciali, che racchiudono i loghi della gara, della Scuderia Trentina e dell'associazione con lo slogan “Io vinco anche nella ricerca”, al prezzo di 1 euro l'uno.
Fra le novità di quest'anno, invece, c'è il concorso fotografico internazionale «Trento-Bondone, una montagna di emozioni» che punta a raccogliere entro il 31 agosto alcuni degli scatti più belli realizzati durante queste 62 edizioni. Quest'anno sono inoltre scesi in campo in prima persona gli operatori del Monte Bondone, con alcuni dei quali sono state stipulate delle convenzioni per quelli che seguiranno la gara pagando il biglietto di ingresso, ormai da anni fermo a 10 euro.