Stampa
07
Mar
2012

Il Parco del Beigua aderisce al progetto “Alberi dell’Unità d’Italia”

Pin It

altIl Parco del Beigua fa parte delle quattordici aree protette italiane (otto parchi nazionali e sei parchi regionali) scelte per attuare il progetto "Alberi dell'Unità d'Italia". Promossa dalla Società Geografica Italiana e dalla Fondazione UniVerde, finanziata dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, l'iniziativa è finalizzata a promuovere la

 conoscenza dei "patriarchi vegetali", ovvero degli alberi secolari, e a valorizzare turisticamente le aree naturali protette italiane e il patrimonio forestale da esse tutelato. In particolare il progetto, rivolto agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado, coinvolge Parchi Nazionali e Regionali che interessano quattordici diverse Regioni del Paese (Parco Nazionale del Gran Paradiso, Parco Regionale Adamello Brenta, Parco Regionale Valle del Ticino, Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi, Parco Regionale delle Dolomiti Friulane, Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Campigna e Monte Falterona, Parco Regionale del Beigua, Parco Nazionale dei Monti Sibillini, Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise, Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, Parco Nazionale del Pollino, Parco Regionale Dune costiere da Torre Canne a Torre S. Leonardo, Parco Nazionale Arcipelago di La Maddalena, Parco Regionale dell'Etna), allo scopo di sensibilizzare l'opinione pubblica sull'importanza della tutela degli habitat e di quelli che

sono gli unici esseri ancora viventi che hanno "assistito" all'Unità d'Italia i cosiddetti patriarchi vegetali che spesso hanno raggiunto oltre alla secolare età, dimensioni eccezionali (altezza e circonferenza) tali da fargli riconoscere un valore di monumentalità spesso accompagnato da un valore storico culturale che spesso li lega a particolari eventi della storia locale, tradizioni e leggende. Il Parco del Beigua aderisce presentando la plurisecolare quercia che fa ancora bella mostra di sé nei pressi del ponte medievale della Piana della Badia di Tiglieto. Si stima che questo splendido esemplare di Quercus petraea, che si sviluppa in altezza per oltre 16 metri ed ha una circonferenza di 455 cm, abbia un'età di circa 300 anni.

L'iniziativa è aperta a classi di studenti di Istituti statali e non statali della scuola secondaria di primo e secondo grado italiani (ex scuole medie inferiori e superiori) e si configura, nella sostanza, in un concorso fotografico dove i modelli saranno proprio i patriarchi vegetali d'Italia. Il soggetto fotografato dovrà necessariamente rappresentare un'immagine dell'albero secolare individuato in uno dei parchi nazionale o regionale italiani prima elencati. La partecipazione è del tutto gratuita; le visite guidate nei parchi saranno svolte dal 12 marzo al 30 aprile p.v.; le fotografie dovranno essere inviate in formato digitale all'indirizzo di posta elettronica concorso@societageografica.it entro e non oltre il 4 maggio 2012.

Le foto pervenute saranno selezionate e diventeranno oggetto di una mostra che si terrà a Roma, presso la sede della Società Geografica Italiana, Palazzetto Mattei in Villa Celimontana. Il premio verrà consegnato il 5 giugno 2012 a Roma, presso la stessa sede della Società Geografica Italiana, in occasione del convegno organizzato dai soggetti promotori per la Giornata Mondiale dell'Ambiente. Per ulteriori informazioni consultare i siti www.societageografica.it e www.fondazioneuniverde.it.