Stampa
07
Mag
2011

DERBY DELLA LANTERNA: L'ATTESA DELL'ARMATA BLUCERCHIATA

Pin It

Per i tifosi blucerchiati, purtroppo, l'attesa che precede questo derby non è focalizzata sulla speranza di infliggere una delusione ai rivali cittadini, questa partita è infatti la quinta di sei finali davanti al proprio pubblico che fino ad ora la Sampdoria ha sempre steccato; compromettendo la permanenza nella massima serie. Ma andiamo con ordine e ripercorriamo questi 2 mesi disastrosi per la squadra ma non per il pubblico che, come vedremo, ha tirato fuori il meglio di sè.
6 Marzo 2011: Sampdoria - Cesena, la squadra deve vincere per tirarsi fuori da una situazione non bruttissima, ma che potrebbe diventare critica, la Gradinata Sud capisce il difficile momento e tira fuori dal cilindro un originale coreografia con palloncini che formano a strisce verticali i colori blucerchiati, ma il Doria è sconfitto e Di Carlo esonerato. Poi si perde a Catania e arriva il giorno di Sampdoria - Parma, la Sud canta incessantemente per 90 minuti e inscena una coriandolata, ma dal campo non arriva alcuna risposta e si va a casa ancora con zero punti. Prima della trsferta di Verona agli Ultras Tito Cucchiaroni viene in mente di realizzare una cosa mai vista prima in Italia: con la collaborazione della socetà, che presta gli spogliatoi del "Mugnaini", viene girato un video nel quale capitan Palombo e Andrea Poli ammettono le difficoltà del momento, promettono il massimo impegno ed esortano la tifoseria a stare vicino alla squadra, interviene anche un tifoso che invita i giocatori a dare il meglio, perchè a soffrire per loro "c'è un intera città"; il tutto con una musica di sottofondo per "dare la carica" a chi guarda il video. L'iniziativa, finanziata interamete dagli Ultras Tito, ha grande risalto nel paese e viene ripresa anche da alcuni media esteri, ma purtroppo non ha l'effetto sperato, la Sampdoria infatti, nonostante 4000 supporters al seguito che non smettono un attimo di cantare, pareggia per zero a zero senza mai provare a far sua la gara.


La partita casalinga col Lecce è di quelle da non sbagliare, c'è una altra pensata originale degli Ultras che danno appuntamento prima della gara all'AC Hotel, luogo da cui parte il pulman dei giocatori, per percorrere insieme alla squadra il tratto fino allo stadio: centinaia di scooter dietro al pulman con bandiere (vedi foto), la Federclub pubblica in settimana un fotomontaggio del famoso statunitense "Zio Tom" per esortare la gente ad accorrere allo stadio, la Sud organizza un altra coreografia, con cartoncini e palloncini, ma ancora non basta, la squadra perde miseramente mettendo un enorme ipoteca sulla serie B. Lo sconforto è generale, la domenica dopo scofitta a Milano, successivamente c'è la vitale vittoria di Bari e arriva il giorno di Sampdoria - Brescia: splendida scenografia della Sud che riproduce in modo originale i colori, blu e bianco ai lati e al centro un diamante rosso e nero, ma arriva solo un pareggio.
Il resto è storia recente, la squadra va in ritiro a Novi Ligure e il suo pubblico si organizza per arrivare anche li: oggi (sabato) appuntamento alle 12:45 a Brignole per raggiungere e caricare a dovere i giocatori. Una piccola nota negativa: i biglietti della Gradinata Sud non sono andati esauriti, cosa unica per essere un derby: chi ha davvero a cuore le sorti di una squadra dovrebbe dimostrarlo in questi difficili momenti. Ma dalla sponda blucerchiata sarà comunque una bolgia, ci sarà chi il lunedì è sempre senza voce, ci sarà chi la ama davvero, e a questi non interessa se giocherà Curci o Da Costa, ma soltanto che coloro che scenderanno in campo si dimostrino all'altezza di chi in questi 2 mesi ha fatto l'impossibile per aiutarli.
 ( GIACOMO NICORA)