Stampa
18
Mag
2017

Frese per legno precise e veloci come un laser

Pin It

Negli ultimi anni sono state sviluppate molte tecnologie per migliorare ed ampliare la qualità dei tagli delle frese per legno. Le macchine che funzionano con laser permettono per esempio di tagliare, eseguire punzonature e incidere differenti oggetti e tipi di legno allo scopo di creare per esempio giocattoli, decorazioni, ricordi, addobbi natalizi, articoli da regalo, modellini architettonici, oggetti intarsiati fino ad arrivare a mobili veri e propri. Nonostante tutte queste opzioni uno dei principali usi del laser è l’incisione di oggetti in legno allo scopo di personalizzarli. In base al tipo di legno, possono essere tagliati con laser pezzi con fino a 20mm di spessore.

 

Le tipologie di legno che possono essere processate con laser sono:

  • MDF;

  • Multiplex;

  • Compensato;

  • Bambú;

  • Legno naturale;

  • Legno massiccio;

  • Sughero;

  • Legno laminato.

Il legno MDF è una tavola di fibra di media densità, dall’inglese “medium density fibreboard” ed anche conosciuto semplicemente come DM. Questo tipo di materiale è fabbricato a partire da fibre di legno (approssimativamente all’85%) e resine sintetiche compresse, il che apporta una densità maggiore rispetto agli agglomerati tradizionali o al compensato. Comunemente si chiama legno MDF, ma senza dubbio non è una definizione esatta in quanto è un derivato del legno, e non legno vero e proprio.

Questa tipologia presenta tuttavia diverse caratteristiche positive che ne hanno incrementato l’uso negli ultimi anni come per esempio:

  • È fabbricato a partire da fibre di dimensione ridotta, praticamente polvere, il che permette che venga intagliato o fresato in modo simile al legno massiccio;

  • Ha un prezzo molto competitivo comparato ad altre tipologie;

  • Presenta una superficie perfetta per l’utilizzo di vernici e pitture.

Tornando a parlare di frese per legno e laser c’è da dire che quest’ultimo rappresenta lo strumento ideale per lavorare con questo materiale. I bordi tagliati a laser restano con un tono marrone (più chiaro o più scuro dipendendo dal tipo di legno utilizzato e dalla potenza applicata al taglio), e le incisioni presentano un tono a contrasto che permette un gradevole effetto ottico. Inoltre controllando la potenza si possono fare incisioni più superficiali o profonde, il che trasforma il laser in uno strumento davvero versatile nel momento di lavorare artisticamente il legno.

Sotto un altro punto di vista il taglio a laser lascia i bordi perfetti, apportando un’ottima qualità agli oggetti tagliati o incisi con questa pratica, permettendo di riprodurre quasi qualsiasi figura e forma.

Il fatto che il raggio laser non sia qualcosa di materiale, come una sega elettrica o un tornio, rende più rapida, facile e sicura la lavorazione dei materiali. Inoltre permette di creare particolari, tanto tagliando come incidendo, così ben fatti, piccoli e precisi che non si potrebbero ottenere con altri strumenti.