Stampa
26
Lug
2011

Genoa: Malesani l'orso che sorride

Pin It

altMalesani ogni mattina come a scuola continua a fare il docente con partite 11 contro undici, intervallate da tanti consigli, che i suoi discenti sembrano apprezzare e capire bene allenamento

 dopo allenamento. La tattica dei numeri in questo periodo è secondaria, come lo sarà anche in campionato. Importanti saranno le combinazioni di giuoco e la copetura degli spazi, da mandare a memoria durante il ritiro estivo.

Le buone novità dal ritiro austriaco: Malesani non è più un orso. Il tecnico è bravo a gestire i rapporti con tutti e con il sorriso e non sembra neanche fare troppa fatica per tenere sotto controllo "il prendere o lasciare del passato". L'altra sorpresa per il sottoscritto, dopo aver seguito, in nottate perse, la Copa Libertardores è Pratto. L'argentino non armonico nella corsa, ma abile nel giocare senza pallone e negli spazi, potrebbe essere colui che si inserirà prima di tutti nel campionato italiano. Per tutti l'esame sarà il campionato, specialmente per i centrocampisti che dovranno subito cercare di conviverne con i suoi ritmi. Ci penserà Malesani. Mi ritornano in mente le parole del passato di Alberto Costa , il giornalista con cui si è di più aperto il nuovo tecnico rossoblu quando non "amava" la categoria. Costa paragonava il Male al regista russo Sergej Eisenstein con i suoi film, dove il quadro generale era semplicemente l'unione di tanti piccoli, ma importanti particolari. Grazie ai particolari la Fiorentina ed il Parma erano cresciute fino ad inserirsi tra le grandi del campionato italiano. La speranza è che tutto possa avvenire ancora con il Vecchio Balordo. D'altronde Preziosi dichiara:"il Genoa 2011/2012 con l'innesto di altri due giocatori, è la squadra più equilibrata costruita nella mia gestione" Attaccante: i soliti nomi, Preziosi in cuor suo vorrebbe mantenere la parola data a Desenzano a Floro Flores. Portiere: importante non cadere in confusione. Preziosi ha detto che sarà sicuramente un portiere che conosce il campionato italiano. L'usato sicuro sarebbero Storari o Sorrentino. La novità Sirigu, tutti giocatori per i quali bisogna fare i conti con i prezzi dei loro cartellini. L' incontro tra domani e dopodomani con il Suo procuratore Pallavicino e Capozucca. L'alternativa è Frey della Fiorentina. Buon portiere in passato. Oltre l'ingaggio bisogna valutare bene non solo le sue ginocchia operate in passato, ma anche la sua condizione fisica e capire quanto ci metterà a recuperarlo il buon preparatore Spinelli. Frey fra l'altro è allettato dalla possibilità di trasferirsi all'Atletico Madrid. L'ultima alternativa (buona, ma remota) potrebbe essere Rubinho, qualcuno non lo considera con i piedi buoni... anche se era l'unico disposto e per di più deriso a colpire i pali con la testa per coprire bene gli angoli e non prendere dei gol. Notiziario: solo acciacchi da preparazione . L'unico fermo da tempo è Merkel. Milametto da oggi a Lugano in esilio con la nuova squadra. Domani il ritorno a Genova e mi dispiace, finalmente oggi c'è il sole in Val Stubai.( Lino Marmorato)