Stampa
24
Ago
2011

L'arte sposa la natura

Pin It

ALT TRENTINO. La foresta attorno a Malga Kraun si apre ai visitatori esprimendosi attraverso le opere d'arte del percorso espositivo “La magia del bosco”. Dieci creazioni realizzate da altrettanti scultori del legno incidendo ceppi di

abete bianco (la conifera tipica di questa zona di Trentino) nella montagna che sovrasta l'abitato e la campagna del comune di Mezzocorona e dalla quale si domina la Piana Rotaliana.


La cornice è quella di Malga Kraun, a 1.200 metri sul livello del mare nel comune di Mezzocorona, dove è stato allestito un elegante e piacevole percorso espositivo permanente nell'ultimo tratto, quello che conduce al pascolo estivo fino a raggiungere il plurisecolare abete bianco denominato "candelabro". Ciascuna scultura ha preso forma da un tronco di abete bianco non sradicato. Gli artisti hanno lavorato dal 9 al 14 giugno e oggi si possono ammirare le loro opere, immerse nella bellezza dell'ambiente naturale.

La malga si raggiunge da Mezzocorona con la funivia e quindi dalla località Monte (891 m) a piedi lungo il sentiero 507 in 1 ora e 40 minuti circa. In alternativa alla funivia si può decidere di percorrere il sentiero di S. Antonio 500: dalla funivia di Mezzocorona in 1 ora e 30 minuti, la strada delle Longhe 505, da località Ischia di Mezzocorona in 2 ore. Infine il burrone Giovannelli 505 bis (via attrezzata): da località Ischia di Mezzocorona in 2 ore e 45 minuti.

Tra le attrazioni della zona va segnalato proprio quest'ultimo: il Burrone Giovanelli presenta una suggestiva via attrezzata che si inerpica lungo una selvaggia gola incisa fra le pareti del Monte di Mezzocorona. Il primo tratto può essere percorso a piedi su strada di montagna, più adatta ai non esperti di arrampicata, oppure attraverso una via attrezzata con scale e funi uguali a quelle che si trovano lungo il percorso abituale.