Stampa
23
Apr
2012

Walter PIlloni alla ricerca dell'energia sostenibile

Pin It

altCaro direttore sono a Taipei alla fiera del veicolo elettrico asiatico. Avrei un miliardo di cose da dire su questa isola grande come la  Sardegna ma con una densità di popolazione e di aziende pari a tutto il nord Italia. Un mix tra Hong Kong , Shanghai...e New York. Ordine,lusso,efficienza,il tassista non parte se non ti

allacci la cintura di sicurezza ,tutti i motocilisti con il casco,traffico disciplinato e silenzioso. Mai chiedere a un Taiwanese se è cinese,la risposta sarà sempre NO. ( la differenza si nota)  Ieri ho visitato la seconda fiera sui veicoli elettrici,, fiera non grandissima ,in stle asiatico, ma comunque piena di prodotti e idee interessanti,una tra tutte le infrastrutture di ricarica ,vi erano almeno sei produttori di colonnine che esponevano il loro prodotto ,ho avuto la chiara impressione che loro stiano proprio partendo dall' aspetto infrastrutturale per organizzare il cambiamento ,unitamente ho visto diversi produttori di automobili elettriche e scooter elettrici .Mi diceva il tassista che a Taipei su 2milioni e mezzo di abitanti cè oltre un milione di scooter e devo dire che si vedono tutti..

La tecnologia delle batterie è in forte e crescente sviluppo ma ancora molto cara,attendiamo comunque molti preventivi nei prox gg. Mi hanno anche detto che il Taipei 101 ( il secondo grattacielo più alto al mondo) oltre 10 milioni di visitator ,ha vinto il primo premio come edificio più ecocompatibile al mondo, e questo la dice lunga sulla impostazione politica che si vuole dare a questo paese nel prossimo futuro. Il leit motive è " un futuro verde per crescere".
 

Questo è un settore dove c'è molto da fare, in un momento di crisi come quella attuale sarebbe veramente stupido perdere questa eccellente opportunità per mettersi in corsa con gli altri players e almeno provare a fare qualcosa prima che questo paese fallisca .
Un caro saluto Walter Pilloni