Stampa
17
Ott
2011

SPIEGAZIONE SEMPLIFICATA DELLE TECNOLOGIE P2P E AUTOCLAVE

Pin It

altL’insieme delle tecnologie Fissore Agency per il trattamento dei RSU (= Rifiuti Solidi Urbani) offre i seguenti vantaggi: (a.) totale alternativa all’incenerimento ed alla messa in discarica “tal quale”;
(b.) non comportano emissioni di fumi, liquidi, polveri o altro nell’ambiente; (c.) trasformano il centro di

 costo trattamento dei RSU in centro di utili; (d.) tempi di ammortamento brevi (da max. 4 anni a min. 1,5 anni); (e.) alta redditività, per riassestare i bilanci deficitari delle “multiutilities”; (f.) tempi di realizzazione e “start-up” limitati (13-14 mesi dall’ordine); (g.) da ogni kg. di plastica si estrae 1 litro di carburante (a scelta benzina, gasolio, gpl, altro), a tenore zolfo zero, senza inquinamento, con la tecnologia “polycracking” il cui ideatore –membro del ns. gruppo– ha ricevuto per 3 anni consecutivi il premio Lockheed-Martin per la più innovativa tecnologia; (h.) laddove non esista raccolta differenziata è possibile trattare i RSU partendo addirittura dall’ “indifferenziata”. (i.) produzione fino a 8 volte in più di biogas rispetto a qualsiasi altra tecnologia; (j.) impianti di capacità da 32.000 a 300.000 tons. / anno o multipli; (k.) dal conferimento all’impianto dei RSU in avanti il trattamento avviene a ciclo chiuso dunque senza odori: installabile anche in centri abitati; ( l.) esistono impianti pilota dimostrativi in Gran Bretagna, Olanda ed India funzio- nanti, visitabili ed esaminabili anche in dettaglio da tecnici di fiducia dell’A.P.; (m.) svariati impianti stanno venendo commissionati da governi o amministrazioni locali straniere quali Ruanda, Libia, USA, Russia, Romania etc. (n.) il primo impianto in scala industriale sarà consegnato verso fine 2011 a Plymouth, Inghilterra, per il Governo inglese, altri a seguire come sopra.

Alcuni aspetti non noti a tutti (o volutamente taciuti): (1.) le plastiche sono riciclabili max tre volte: oltre sono industrialmente inutilizzabili per cui obbligatoriamente devono essere smaltite in altro modo; (2.) dei 5500 inceneritori negli USA, ne restano ora in servizio solo 50 (fonte: Idaho National Labs). Ciò indica l’aver accertato nel tempo che l’inceneri- mento comporta danni gravi alla salute (come la medicina conferma am- piamente) nonostante il tentativo di certe lobbies di accreditarne l’innocuità; (3.) salvo casi accidentali rari (es. il fulmine che avvia un incendio) in natura non esiste alcun processo di incenerimento.

Le tecnologie Fissore Agency riproducono invece –in tempi ridotti– i procedimenti naturali (es.: la foglia che cade, marcisce e si scompone diventando humus); In ambito politico-amministrativo, l’adozione di questa soluzione consente di ottenere una fascia di consensi trasversali da un’ampia massa di opinione pubblica che si oppone alle “tecnologie” di incenerimento e banale messa a discarica. Di conseguenza l’adozione su larga scala delle soluzioni del gruppo Fissore di Montecarlo non potrà altro che portare una potente “visibilità politica” a chi la sostiene.

Per informazioni: fercas123@gmail.com