Stampa
24
Set
2012

Tutto pronto per la inaugurazione della nuova fabbrica di scooter elettrici del progetto Ecomission.

Pin It

altLungimiranza ,coraggio e determinazione sono gli elementi vincenti di questa nuova scommessa imprenditoriale del Dr walter pilloni. Il 4 ottobre a Setri Ponente nella sede di Teknit in via Buccari 21 alle ore 18.30 verrà “sfornato” dalla  linea di montaggio  il prim

 esemplare made in Italy di ECOJUMBO, il primo scooter completamente elettrico omologato come motociclo L3. Moltissimi gli  invitati ,tra cui  il presidente della regione Liguria ing. Claudio Burlando,il presidente della camera di commercio Paolo Odone,il vicesindaco  Bernini ,assessori,regionali e comunali,imprenditori,professionisti,amici e simpatizzanti.

“Ho voluto questo momento di aggregazione” ci dice pilloni” per tentare di esorcizzare questo brutto periodo dell economia nazionale e cittadina,si può ancora fare impresa in questo paese  a patto che le istituzioni si mettano al fianco dell impresa agevolandola nel suo percorso di crescita e di sviluppo .Questo paese può farcela solo se si consente agli imprenditori  di esprimere tutto il loro potenziale .”
Lo scooter che verrà prodotto a Genova   vanta già un prestigioso risultato. Oggi Ecojumbo è lo scooter più venduto in Italia.
Sino ad oggi Ecojumbo è stato assemblato nella fabrica di Taizhou sotto la guida dei tecnici genovesi e continuera in parallelo ad essere prodotto  in quella città   per il mercato extra europeo.
La produzione di Ecojumbo dovrebbe attestarsi  in 50 pezzi mese per poi proseguire la sua crescita.
Come dice il presidente di Teknit ,”il potenziale è enorme e non vediamo concorrenti all orizzonte ,dovremmo riuscire a mantenere la leader ship per molto tempo. Sarebbe fantastico se  Genova diventasse la capitale del motociclo elettrico.”
 

altI dati di vendita e gli ordinativi in corso fanno pensare che pilloni abbia visto giusto ,il prezzo dei carburanti è diventato un vero  problema per molti motociclisti,con Ecojumbo questi costi vengono quasi annullati.Il costo dell eletricità per trazione è identico a quello per illuminazione e quindi  con un euro si possono percorrere 200 kilometri.Una grande opportunità di risparmio per tutti i cittadini che sono obbligati a spostarsi utilizzando un mezzo di locomozione.