Stampa
10
Lug
2008

ASSESSORI MONTALDO E VESCO:îSIGLATA INTESA CON ORGANIZZAZIONI SINDACALI PER LA SICUREZZA SUL LAVORO"

Pin It
ASSESSORI MONTALDO E VESCO:"PREVISTO INCREMENTO ATTIVITA’ ISPETTIVA  E NUOVO PERSONALE”.
Incremento dell’attività ispettiva, attraverso nuovo personale, rafforzamento e completamento del sistema informativo, aumento dell’attività di prevenzione, in particolare nell’edilizia, in porto e presso i settori delle diverse realtà territoriali e incremento della formazione, attraverso l’aggiornamento degli operatori delle ASL e la formazione di altri soggetti quali datori di lavoro, i responsabili della sicurezza, gli studenti. Sono questi i punti salienti dell’intesa siglata oggi tra la Regione Liguria e le organizzazioni sindacali in materia di salute e sicurezza sul lavoro sulla base delle indicazioni del piano regionale di prevenzione.
“L’obiettivo – hanno spiegato gli assessori regionali alla Salute e alla Sicurezza sul lavoro -  Claudio Montaldo Enrico Vesco – è quello di definire le azioni da portare avanti a tutela della salute e della sicurezza sui luoghi di lavoro in modo congiunto con le organizzazioni sindacali, considerato l’alto numero di infortuni e di malattie professionali”.
Coordinerà le attività di prevenzione e vigilanza il comitato regionale soggetto istituzionale dove è inoltre prevista la partecipazione di quattro rappresentanti dei lavoratori designati dai sindacati insieme ai rappresentanti degli Enti pubblici, dei datori di lavoro e delle aziende sanitarie. “Il comitato – spiegano Montaldo e Vesco – dovrà essere la sede istituzionale per affrontare tutte le problematiche relative all’attuazione della normativa nazionale in materia di prevenzione e vigilanza. Inoltre è previsto un coinvolgimento specifico delle organizzazioni sindacali soprattutto nell’informazione rivolta ai lavoratori e agli studenti”. Concordato anche un incremento dell’attività ispettiva nei luoghi di lavoro, attraverso un aumento degli organici negli organi di controllo pari al 5% in più  rispetto al 2007, utilizzando i finanziamenti del fondo sociale regionale. Pertanto si dovrà passare dagli attuali 5.300 interventi ispettivi a 7.500, coprendo così il 5% delle aziende presenti sul territorio rispetto all’attuale 4% e aumentare anche il numero dei cantieri edili da controllare, passando dagli attuali 1.300 a 1.600. Obiettivi che in base all’intesa dovranno essere raggiunti già a partire dal 2008, accanto alle normali attività istituzionali obbligatorie quali le inchieste sugli infortuni e le malattie professionali su incarico della magistratura, attività di informazione e formazione. Per questo nell’intesa è prevista una deroga per l’anno 2008 per l’assunzione, da parte delle ASL liguri, di 24 unità tra medici, ingegneri e tecnici della prevenzione in base alle esigenze di ciascuna azienda sanitaria. Incremento di 7 unità anche per il personale dell’Arpal, l’agenzia regionale di protezione ambientale  e ulteriore deroga nel biennio 2009/2010 per il completamento degli organici e la sostituzione del turn-over. Ai finanziamenti già stanziati dalla Regione Liguria nel 2007 per le ASL liguri e pari a 240.000 euro da destinare ad iniziative di sorveglianza e prevenzione infortuni si aggiungeranno ulteriori risorse  nel 2008.