Stampa
19
Lug
2012

Stage vacanze con le danze popolari

Pin It

altL’edizione 2012 del Premio Nazionale Città di Loano per la musica tradizionale italiana, in programma dal 23 al 27 luglio  vedrà  dal 24 al 26 luglio, il progetto “Stage-Vacanze a Loano” con i corsi di introduzione alle danze tradizionali delle Valli Occitane Piemontesi e

dell’Appennino delle Quattro Province.
Il corso, che si svolgerà nell’Hotel Garden Lido, prevede l’apprendimento dei passi base e delle figure delle principali danze del repertorio (alessandrina, giga a due, giga a quattro, piana), Oltre a questi balli di origine più antica, saranno affrontati balli di coppia come valzer, mazurka e polca “a saltini”, interpretati secondo lo stile tradizionale della zona.
 La zona delle Quattro Province è un'area appenninica culturalmente omogenea ma suddivisa amministrativamente in quattro province di quattro differenti regioni: Alessandria (Piemonte), Genova (Liguria), Pavia (Lombardia) e Piacenza (Emilia-Romagna).
A tenere il corso sarà Annalisa Scarsellini, insegnante, che dal 1985 ha tenuto numerosi stages e corsi di danze

delle Quattro Province in Italia e all'estero. Giornalista e ricercatrice, nel 1984 ha iniziato un lavoro di ricerca nell'Appennino delle Quattro Provincie (valli Staffora, Curone, Borbera, Grue, Boreca, Trebbia, Fontanabuona) con la collaborazione di Stefano Valla.

Nell'ambito dello stage, che si svolgerà a Loano 2 Village saranno insegnate le danze tradizionali di Sampeyre (Val Varaita). Per Valli Occitane del Piemonte si intendono quattordici valli comprese tra le province di Cuneo e Torino. In alcune di queste valli sono ancora diffusi, in occasione delle feste, i balli di tradizione locale. In Val Varaita, la pratica della danza è meno diffusa e si concentra nel Comune di Sampeyre, dove si ballano ancora circa otto, nove danze.
Il corso sarà condotto da Marisa Dogliotti, insegnante che da anni tiene corsi di danze tradizionali delle valli occitane oltre che nella sua regione, anche presso varie associazioni che si occupano di cultura popolare in tutto il nord Italia. Ha collaborato con Jan Peire de Bousquìer in stages sulle danze della Val Varaita. Negli ultimi anni ha approfondito particolarmente l’analisi e la didattica per l’insegnamento delle danze della Val Vermenagna. Sarà accompagnata dalla fisarmonica diatonica di Silvio Peron.

Il 26 luglio, in piazza Rocca, dalle ore 21.30, si svolgerà la festa da ballo conclusiva degli stage di introduzione alle danze popolari. La serata offrirà un’occasione di confronto tra la musica e la cultura del territorio delle Valli Occitane Piemontesi rappresentate da Silvio Peron & Jouvarmoni  e  dell'Appennino delle Quattro Province, che avrà come portavoce Stefano Valla & Daniele Scurati.